TAGLIATELLE CON RAGU’ BIANCO DI CASTAGNE E SALSICCIA

Fra i prodotti autunnali che adoro di più senza ombra di dubbio ci sono le castagne. Mi hanno regalato un sacco pieno di castagne provenienti dal sud, sono grosse e corpose. Come si fa a mandare a male così tante piccole bontà?! Armata di abbondante pazienza ed in mezze maniche davanti alla stufa, ho cotto ed aperto tutte le castagne, sudando 7 camicie. Metà le ho congelate per potermele godere prima della fine dell’inverno, l’altra metà mi sono servite per un ragù davvero sfizioso! Per i più golosi è consigliato sostituire il latte con la panna fresca, che rende il tutto più cremoso, per chi invece preferisce assaporarsi tutto il sapore delle castagne, come me, è sufficiente il latte.
Ingredienti:
4 nidi di tagliatelle all’uovo
25 castagne
200 g latte intero (o panna)
2 salsicce fresche
sale
pepe
olio e.v.o.
parmigiano reggiano
Procedimento:
– Tagliate in superficie le castagne e mettetele a cuocere su una teglia (io sulla stufa) fino a quando non riuscite a sbucciarle (anche se ancora non sono totalmente cotte).
– Una volta sbucciate, tagliatele a pezzetti piccoli privandole delle parti annerite in cottura se ci sono.
– Lasciatele ad ammorbidire nel latte caldo, in un recipiente che permetta di coprirle interamente e schiacciatele se riuscite con una forchetta.
– In una padella molto calda mettete le salsicce (senza budello) a cuocere, a fuoco ben alto fino a quando non si rosolano un po.
– Togliete dal fuoco, con un fazzoletto pulite la padella per sgrassarla un po e aggiungete le castagne ed il latte (o panna).
– Quando l’acqua salata bolle buttate le tagliatelle, appena vengono a galla scolatele grossolanamente e buttatele nel sugo, lasciate andare a fuoco vivo aggiungendo olio all’occorrenza e pepe.
– Servite le tagliatelle ben calde con il parmigiano i superficie.
Tags from the story
,
More from Lucia Sarti

BICCHIERINI AI FIORI DI LAVANDA (gluten free)

Questi bicchierini sono velocissimi da fare, sono senza glutine e sono davvero perfetti...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *