PASTA PER LA PIZZA (IMPASTO FACILE DI BASE)

L’impasto per fare una buona pizza fatta in casa è molto semplice, ho provato questa ricetta molte volte e con farine diverse per potervi dare un’ impasto di sicura riuscita. Sono pochi gli ingredienti che servono per la pizza: farina, acqua, lievito, sale fino ed un filo di olio.

Cosa c’è da sapere?

  • Il sale rallenta la lievitazione perciò va inserito nell’impasto dopo gli altri ingredienti (assieme all’olio).
  • La lievitazione dell’impasto sarà più veloce d’estate e più lenta d’inverno per una questione di temperature, dovrete regolarvi con il raddoppio di volume, oppure potete mettere la ciotola con l’impasto nel forno spento con luce accesa per avere una temperatura costante in tutte le stagioni(28°C circa).
  • Non è necessario usare acqua tiepida (che velocizza la lievitazione), meglio acqua a temperatura ambiente (non fredda) per dare il “suo tempo” alla lievitazione di avvenire.

Per fare la pizza potete usare la BIGA o il POOLISH che sono dei pre-impasti per rendere la pizza più leggera ed alveolata, potete usare il LIEVITO NATURALE in sostituzione al lievito di birra oppure diminuire le dosi di lievito nella ricetta, aumentando però le ore di lievitazione.

In questa ricetta però, lo scopo è quello di fare una semplice e buona pizza con lievito di birra in 4 ore circa, perciò potete fare l’impasto il pomeriggio alle 4 per mangiare alle 8 circa la vostra pizza. Con lo stesso impasto potete fare anche le pizzette piccole per bambini, il calzone ripieno, la focaccia bianca o le pizze fritte.

Per quanto riguarda la stesura dell’impasto a grandi linee la pizza si differenzia in:

PIZZA NAPOLETANA: tonda, sottile nella parte centrale e con i bordi alti (detti “cornicione”), impasto morbido.

PIZZA ROMANA: tonda, sottile e croccante.

Anche se ci sono anche la pizza marchigiana (crescia), quella ligure tipo focaccia genovese ecc..

Ora prepariamo insieme l’impasto di base, poi deciderete in seguito come fare la vostra pizza!

Print Recipe
PASTA PER LA PIZZA (IMPASTO FACILE DI BASE)
Ricetta dell'impasto base per fare la pizza tonda, in teglia o fritta.
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
  • 300 g farina bianca "00"
  • 200 g farina manitoba
  • 300 g acqua
  • 12 g lievito di birra fresco (o 1 bustina di quello essiccato, o 1 bustina di lievito madre essiccato)
  • 10 g olio extra vergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino zucchero semolato
  • 1 cucchiaino sale fino
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
  • 300 g farina bianca "00"
  • 200 g farina manitoba
  • 300 g acqua
  • 12 g lievito di birra fresco (o 1 bustina di quello essiccato, o 1 bustina di lievito madre essiccato)
  • 10 g olio extra vergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino zucchero semolato
  • 1 cucchiaino sale fino
Istruzioni
  1. In una ciotola capiente o nella planetaria mettete l'acqua con il lievito di birra e lo zucchero, mischiate fino a quando il lievito si scioglie completamente.
  2. Aggiungete le farine ed iniziate ad impastare, a mano o con la corda della planetaria.
  3. Aggiungete anche il sale e l'olio e continuate ad impastare per 10 minuti circa, fino a quando otterrete un panetto morbido.
  4. Mettete a lievitare il panetto direttamente nella planetaria o in una ciotola pulita, coperto con un canovaccio inodore fino al raddoppio di volume (potete metterlo nel forno spento con la lucina accesa a 28-30°C), in 2 ore circa lieviterà.
  5. Sgonfiate l'impasto e trasferitelo sulla spianatoia, stendetelo con il matterello aiutandovi con della farina per non farlo attaccare e piegatelo in tre, girate l'impasto e ripetete l'operazione per 2 volte. Al termine di queste pieghe sarà molto più elastico.
  6. Dividete l'impasto in 2 parti se fate la pizza nella teglia da forno ed in 5 se fate la pizza tonda (180-200 g l'uno dovrebbero pesare, in base a quanto volete spessa la pizza).
PER LA PIZZA IN TEGLIA:
  1. Stendete i due panetti con il matterello aiutandovi con della farina per non farla attaccare, la dimensione deve essere quella della teglia che userete.
  2. Ungete la teglia con olio (o strutto) oppure mettete della carta da forno ed adagiate l'impasto fino a ricoprirla tutta. Lasciate lievitare per 1 ora e 1/2 - 2 ore fino al raddoppio poi è pronta da condire.
PER LA PIZZA TONDA:
  1. Pirlate l'impasto con le mani per rendere i panetti tondi poi lasciateli lievitare distanziati per almeno 1 ora (in inverno anche 2 ore).
  2. Prendete delicatamente ogni panetto, stendetelo con le mani o con il matterello aiutandovi con la farina fino ad ottenere la forma tonda dello spessore che preferite, poi sono pronte da condire.
Condividi questa Ricetta

Una volta fatto e steso l’impasto potete procedere con i condimenti e la cottura, QUI LE ISTRUZIONI PER FARE LA PIZZA TONDA MARGHERITA.

Varianti della pasta per la pizza:

Potete fare il vostro impasto con farine più grezze, al kamut, al farro o con farina integrale mettendo 200 g di farina manitoba e 300 g della farina che preferite, lasciate le dosi di acqua invariate e se serve aggiungete della farina impastando. Usando queste farine vi consiglio di impastare in meno tempo possibile per evitare che l’impasto salga troppo di temperatura rovinando la maglia glutinica.

La pizza colorata:

Potete “colorare” il vostro impasto di rosso aggiungendo 60 g di concentrato di pomodoro. Di verde frullando 80 g di spinaci cotti e strizzati nell’acqua dell’impasto prima di aggiungerla.


Alla prossima ricetta!

Tags from the story
,
More from Lucia Sarti

BOMBOLONI ALLA CREMA

I bomboloni sono un semplice lievitato dolce fritto dopo la lievitazione in...
Read More

20 Comments

  • Grazie per la ricetta, facile ottima gustosa. A differenza di altri impasti risulta cotta e croccante con la crosta alta e l interno più fine. Impastata a mano e messe in due teglie. Grazie

    • Ciao Emilia! Si la “00” si usa di solito per i dolci e non per i lievitati, però se non hai la manitoba o la “0” e devi fare la pizza falla con quella che hai che viene bene lo stesso 😉 Capita anche a me di usare le farine che ho, la voglia di pizza è più forte! 😉
      Un abbraccio! Lucia

    • Certo Sonia, puoi farlo tranquillamente prima della lievitazione, copri bene con pellicola per evitare che l’impasto si secchi in superficie e magari metti la metà del lievito di birra nella ricetta. Per tempi lunghi è sempre bene diminuire il lievito, più lievito c’è e più i tempi devono essere brevi! Se hai bisogno scrivimi pure, fammi sapere come ti viene!
      Lucia

  • Condivido la tua ricetta solo in parte. 12 grammi di lievito su 500 grammi di farina rende l’impasto poco digeribile, prova con due grammi di lievito e vedrai la differenza. Per il resto non metterei mai lo zucchero e usare il mattarello per stendere la pizza vuol dire distruggere la pizza…
    Personalmente impasto la sera, lascio mezz’ora a riposare e metto l’impasto in frigo coperto con la pellicola. Il giorno dopo tolgo dal frigo e lascio fuori fino alla sera quando stendo per fare la pizza.

    • Ciao Massimiliano, condivido tutto con te, faccio la pizza anche con 1 g di lievito ma i tempi sono molto più lunghi e questo procedimento lo spiegherò sicuramente in un’altra ricetta. Per chi ha poco tempo da dedicare durante il giorno e vuole fare la pizza fatta in casa per evitare di andarla a comprare (che in certi posti d’asporto è di qualità pessima) questa è una buona ricetta alternativa. Ho scritto che è “l’impasto facile di base” proprio perché è il metodo più corto che conosco per fare la pizza, appena riesco voglio fare un post con il metodo più digeribile (e più lungo) che dici tu. So che stenderla a mano è meglio, ma vorrei insegnare ai principianti in cucina che ci sono sempre metodi alternativi e che non serve avere manualità o esperienza per mangiare qualcosa fatto con le proprie mani. Ti ringrazio per il tuo commento, ogni consiglio è ben accetto per migliorarmi!

  • Ciao. È la prima volta che faccio la pizza. Ho una domanda, magari stupida… una volta che stendo la pasta sulla teglia, la lascio riposare per un oretta coperta o no? Grazie in anticipo

    • Ciao Debora!! Si se usi la teglia quella da forno si, perchè essendo tanto impasto se la inforni fatica a crescere quindi:
      per la teglia grande in forno di casa: stendi bene, lievita un ora o un ora e mezza poi farcisci e inforni.
      per le pizze tonde nel fornetto: fai palline, lievitano un ora o un ora e mezza poi stendi, farcisci e inforni.
      Spero di essere stata chiara, se hai dei dubbi scrivimi pure!
      Lucia

  • Ciao, finalmente una ricetta per un impasto facile veloce e devo dire con ottimi risultati, ho provato tanti impasti ma questo è il migliore che abbia mai provato, complimenti e grazie per la ricetta.

    • Grazie Stefano, sono contenta che ti sia piaciuta la pizza, con pochi semplici accorgimenti la pizza in casa può essere davvero buonissima! Grazie per aver provato la mia ricetta!
      Lucia

    • Ciao Emanuela! Puoi mettere meno lievito e conservare l’impasto in frigo coperto con pellicola trasparente fino al giorno seguente, lo togli, lo fai lievitare e poi sgonfi e fai le palline, continuando la ricetta normale! 🙂
      Spero di esserti stata utile, fammi sapere come viene!
      Lucia

  • ciao, una domanda, dopo aver fatto l’impasto volendo congelare
    le palline per la pizza, le devo fare lievitare prima o dopo durante
    lo scongelamento? grazie

    • Ciao Luigi, non sono solita a congelare l’impasto per la pizza, ma di sicuro va congelato prima di lievitare, quando ti si scongela lo fai lievitare poi stendi. Cerca nel congelamento di non tenere l’impasto a contatto diretto con il freddo, ti basterà metterlo in un sacchetto in plastica tipo Cuki. Fammi sapere come viene!
      Lucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *