GNOCCHI DI ZUCCA (SENZA UOVA)

Gli gnocchi di zucca sono una pasta fresca fatta in casa che si prepara con soli due ingredienti: farina e polpa di zucca. Sono un’idea perfetta da preparare nel periodo autunnale perchè le zucche sono di stagione e potete congelarli per averli sempre pronti all’uso tutto l’inverno.

Come gli gnocchi di patate, anche gli gnocchi di zucca sono senza uova, vegani,  e la polpa di questo ortaggio li renderà morbidissimi ma allo stesso tempo non si sfalderanno in cottura. La zucca viene prima cotta in forno fino a quando avrà una consistenza morbida, poi viene frullata e impastata con la farina per ottenere un composto consistente senza l’aggiunta di acqua.

Nonostante gli gnocchi di zucca siano composti per il 50 % da questo ortaggio, hanno un sapore delicato e un colore omogeneo che li rende bellissimi anche all’occhio. Questi gnocchi piacciono anche a chi non ama particolarmente mangiare la zucca, è una ricetta che potete preparare anche per i bambini più piccoli. 

Per fare gli gnocchi di zucca vi servirà solo una spianatoia e un coltello, nessun altro strumento, per questo sporcherete pochissime cose in cucina e sarà divertente prepararli anche con i vostri bambini. Per un pranzo con ospiti, una cena importante o per le feste natalizie questa pasta fresca rimane sempre un ottimo modo per stupire i vostri commensali.

Gnocchi dal sapore delicato senza uova, perfetti con qualsiasi sugo!

GNOCCHI DI ZUCCA

Gnocchetti con polpa cotta di zucca nell’impasto, senza uova facilissimi e dal sapore delicato.

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Per 4 persone


INGREDIENTI:

  • 500 g di polpa di zucca gialla (peso dopo cotta)
  • 500 g di farina “0”
  • sale fino

Note sugli ingredienti – Vi consiglio di usare la zucca tonda gialla che viene venduta in tranci, ha un colore più intenso rispetto a quella verde esternamente e rilascia meno acqua – Potete usare la farina che preferite, mischiare quella integrale o usare una tipo 1 macinata a pietra, evitate invece una manitoba che è più adatta per i lievitati.


PREPARAZIONE:

Lavate e tagliate a pezzi la zucca togliendo la buccia esterna.

Mettete la zucca in una teglia tonda con carta da forno e cuocetela in forno caldo statico a 200°C per 30-40 minuti (il tempo può variare in base alla dimensione dei pezzi).

Quando la zucca diventa morbida toglietela dal forno, mettete in un mixer senza l’acqua rilasciata in cottura (se c’è) e frullate fino ad ottenere una purea (500 g circa).

Usate il mixer se volete un colore omogeneo, altrimenti potete schiacciare la zucca con la forchetta fino a ottenere una purea abbastanza liscia.

In una ciotola mettete la purea di zucca cotta, la farina e il sale, impastate con le mani fino ad ottenere un panetto dalla consistenza morbida.

Mettete il composto in una spianatoia abbondantemente infarinata e aiutandovi con la farina formate delle strisce con l’impasto.

Tagliatele con un coltello per ricavare gli gnocchi, infarinate abbondantemente perchè non si attacchino fra loro e poneteli in una placca rivestita con carta da forno. Potete tagliare gli gnocchi più piccoli o più grossi in base al vostro gusto.

Mettete la placca in congelatore e dopo 4 ore circa, quando gli gnocchi di zucca si saranno solidificati potete trasferirli in un sacchetto da congelatore.

Varianti:

Potete aggiungere delle spezie o la salvia quando frullate la zucca cotta, danno un sapore più particolare agli gnocchi.

Sono buonissimi conditi con sugo al ragù, sugo al pomodoro, sugo di fagioli o pesto genovese.

Segnatevi bene la ricetta di questi gnocchi, presto faremo tante ricette insieme con questa pasta, una più buona dell’altra!

Alla prossima ricetta!


Libri di cucina scritti e fotografati da me:

PASTA FRESCA

CARNE, SALUMI E TERRINE 

PESCE

RISO E CEREALI

Potete ordinare i volumi in edicola o QUI SUL SITO per gli arretrati, saranno disponibili fino a 1 anno dopo l’uscita!

More from Lucia Sarti

FUNGHETTI ROCHER

Sono pronta ad iniziare una nuova settimana, ma solo dopo una tazzina...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *